Il gamer Professionista

0
1065
il pro player

Da diversi anni, il mercato delle consolle e dei videogiochi ha conosciuto un vero e proprio boom con una crescita sostenuta che al momento non sembra temere rallentamenti.

Tutto ciò ha comportato che il semplice fatto di divertirsi giocando ad uno dei tanti videogame che vengono proposti sia diventato con il passare del tempo una vera e propria professione che viene anche retribuita in maniera cospicua.

Volete diventare come il famoso Pro player Ninja, uno dei migliori giocatori professionisti del mondo, volete guadagnare milioni di dollari?

Bene sappiate che la strada è davvero lunga e solo i migliori e quelli che si impegnano riescono a raggiungere queste cifre

Nel tempo infatti sono nati dei veri e propri team di giocatori professionisti che hanno realizzato una sorta di squadre sportive che trovano anche finanziamenti da parte di imprenditori e prevedono che i giocatori siano retribuiti in base ad un apposito contratto di lavoro.

Scopriamo insieme quindi alcuni aspetti di questa nuova professione.

Il videogame come lavoro

Tutti coloro che sono dei veri e propri assi nel mondo dei videogiochi e che difficilmente riescono ad essere battuti in una partita tra amici e conoscenti, possono pensare di trasformare quella che è una semplice passione in una professione che permette anche di realizzare degli ottimi guadagni.

Il passo è molto semplice e basta diventare Pro Gamer di PC e consolle cercando di raggiungere i livelli più alti dei diversi videogame. Prima di capire come diventare videogiocatore professionista, facciamo una breve analisi di questa particolare nicchia del mercato del lavoro, partendo dagli Stati Uniti.

Qui infatti già da diversi anni, coloro che giocano in maniera professionale ai videogame sono considerati degli atleti a tutti gli effetti, con introiti a volte davvero interessanti e paragonabili a quelli di calciatori e tennisti.
In realtà non bisogna credere che la passione per i videogiochi possa facilmente essere trasformata in un lavoro in quanto ci sono alcune regole che devono essere seguite prima di poter essere considerati a tutti gli effetti dei professionisti.

Innanzitutto non bisogna essere degli esperti di diversi videogiochi ma essere specializzati soltanto in uno.

Questo infatti rappresenterà la disciplina sportiva nella quale il videogamer si cimenterà all’interno di tornei dove sfiderà altri professionisti di quel gioco. Solo specializzandosi realmente in un gioco si potrà diventarne un esperto e riuscire a competere con i migliori giocatori professionisti.

Bisogna poi comprendere qual è la migliore piattaforma per specializzarsi in quello specifico gioco: ad esempio se per diventare degli esperti di un determinato gioco la piattaforma migliore è quella del personal computer, è necessario anche capire se sono necessarie periferiche ulteriori come ad esempio cuffie specifiche, pad e così via.

Ore e ore di pratica (Non sempre solo divertimento)

Come abbiamo accennato in precedenza, nel momento in cui si inizia a prendere confidenza con i videogame lo scopo principale è quello di provare divertimento, non certamente quello di diventare degli esperti.

Se però si comprende che questa è la strada che si vuole intraprendere, oltre a orientarsi su un unico gioco, un ulteriore aspetto che è fondamentale per fare in modo di diventare un videogiocatore professionista è quello di allenarsi costantemente sul gioco.
Allo stesso modo dei campioni di qualsiasi disciplina sportiva, anche coloro che diventano videogiocatori professionisti devono allenarsi con costanza e per diverse ore al giorno in modo da ottenere dei risultati eccellenti.

Tutto ciò si traduce davvero in molte ore di allenamento da passare davanti al gioco del quale si è diventati esperti, cercando di migliorarsi continuamente, definendo nuove strategie di gioco e sfidando altri giocatori in rete o facendo una sfida quotidiana contro il computer, raggiungendo i livelli più elevati di quel gioco.

I videogiocatori che raggiungono delle prestazioni eccellenti di gioco molto spesso si allenano dalle prime ore del mattino fino a tarda sera con pochissime interruzioni.
Durante l’allenamento è importante sfidare i videogiocatori professionisti più bravi in modo da apprendere rapidamente le strategie di gioco e i trucchi necessari per raggiungere rapidamente le posizioni top.

Non solo videogame ma anche vita sana per essere sempre al top

Non bisogna pensare inoltre che l’allenamento al videogame sia l’unica cosa da fare per essere perfettamente al top per procedere poi alle sfide con gli altri utenti.

Negli ultimi anni, vista anche la crescita di questa disciplina, si sta prestando sempre una maggiore attenzione allo stile di vita dei videogiocatori.

I team che accolgono questi ultimi infatti fanno in modo innanzitutto che la dieta sia curata nei minimi particolari per evitare che, a causa dell’allenamento prolungato nel gioco, si possano consumare solo i cosiddetti cibi spazzatura.

Inoltre, una buona preparazione fisica è fondamentale per affrontare i diversi impegni, per cui anche diverse ore passate in palestra permettono al videogiocatore professionista di potersi preparare adeguatamente per le varie sfide da sostenere.

Next articleCosa sono gli Esports

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here