Clash Royale

0
534
Clash royale

Clash Royale è uno dei videogiochi per dispositivi mobili tra i più amati dagli appassionati del genere bellico-strategico.

Sviluppato nel 2016 da Supercell, è stato lanciato per i sistemi Android e iOS e reso disponibile, per la prima volta, il 4 gennaio 2016, ma solo per iOS.

Soltanto un mese più tardi, infatti, è stata lanciata anche la versione per Android. Da allora, milioni di giocatori si sono appassionati a questa straordinaria avventura, che cerca di conciliare la classica tattica strategico/gestionale delle carte da gioco con la guerra, sia singola che di gruppo.

Modalità di gioco di Clash Royale

L’obiettivo di chi gioca a Clash Royale è vincere le battaglie in cui si è impegnati, avanzando lungo le varie arene di combattimento a disposizione.

Clash Royale è un gioco che a prima vista può sembrare semplice, ma può raggiungere alti livelli di difficoltà, e i personaggi di Clash Royale sono simpatici ma attenzione che si tratta sempre di battaglie

Il videogioco prevede che i giocatori collezionino carte (98 in tutto) che poi utilizzeranno per sfidare gli avversari, con lo scopo di abbattergli più torri possibile e vincere la partita.

All’inizio di ogni partita, il mazzo può contenere soltanto otto carte alla volta per tre slot e tre mazzi diversi fino al livello 8, quando se ne potranno usare altri due.

Le carte di Clash Royale servono per evocare le truppe con cui sferrare gli attacchi e quando si ha la meglio, si ottengono alcuni trofei indispensabili per andare avanti nel gioco, tra cui il più prezioso è il baule contenente altre carte, denaro e gemme preziose.

Quando, invece, si esce sconfitti dall’arena, si perde una percentuale dei trofei conquistati e se, infine, la partita si conclude con un pareggio anche dopo la disputa dei tempi supplementari, si giocherà uno spareggio in cui vincerà chi causerà più danni alle torri del nemico.

Oltre a combattere singolarmente, si può scatenare anche una guerra tra clan, in cui ogni gruppo formato da un determinato numero di giocatori, combatte per far crescere non solo se stesso ma anche il clan di cui fa parte, scalando le leghe.

Un gioco basato sui personaggi di Clash of Clans

Da videogioco storico quale è diventato, Clash Royale non poteva che essersi ispirato a un altro videogioco che ha appassionato un’intera generazione, ovvero Clash of Clans.

Si tratta di un videogame sviluppato nel 2012 dall’azienda finlandese Supercell e che ha prestato a Clash Royale i suoi personaggi: il barbaro, il goblin, gli arcieri, i domatori di cinghiali, il gigante, lo stregone e, naturalmente, Re e Regine, questi ultimi sbloccabili soltanto ai livelli più alti.

Ogni personaggio è in possesso di determinate caratteristiche che lo distinguono in battaglia, permettendo ai vari giocatori di vincere (o perdere) gli scontri.

Il gioco si basava su una duplice strategia: fondare un villaggio, farlo prosperare, creare un clan e scatenare le cosiddette guerre tra clan per ottenere premi e trofei da utilizzare per sviluppare, ancora di più, il proprio impero.

I bauli, le carte, la valuta, le arene e la guerra tra clan

Come detto, le carte sono al centro di Clash Royale, perché sono le armi che permettono ai giocatori di crescere e di vincere le battaglie.

All’interno del mazzo, ne esistono di diverso grado di rarità, da quelle più comuni a quelle, appunto, rare fino alle carte epiche e leggendarie, le più difficili da trovare.

Le carte sono tra i premi che si possono trovate dentro i bauli, che si aprono dopo aver vinto una battaglia. Ogni baule può contenere diversi premi, a seconda del grado della sua rarità e del prezzo e, naturalmente, più un baule è raro e più è probabile trovare al suo interno ricompense importanti, tra cui le due valute principali del gioco, ovvero l’oro e le gemme.

Il primo si ottiene grazie ai bauli oppure, in alternativa, vincendo le battaglie e donando le proprie carte ad altri membri del clan di cui si fa parte; l’ultima opzione è l’acquisto presso il negozio dell’app.

L’oro serve principalmente per migliore le carte che si possiedono o per comprarne altre nel negozio. Per quanto riguarda le gemme, invece, si vincono ottenendo il baule omaggio o il baule della corona, quando si completano delle missioni; in alternativa, anche queste possono essere acquistate nel negozio dell’app e usate anche per progredire con maggiore velocità.

I luoghi in cui si svolgono le battaglie si chiamano arene e nel gioco ce ne sono tredici, accessibili in base ai trofei di cui si dispone.

Ogni arena in cui si combatte, aggiunge delle ulteriori carte da trovare nei bauli e quando si superano i quattromila trofei, il giocatore può entrare in una lega. Infine, al termine di ogni stagione, i giocatori in possesso di oltre quattromila trofei, perderanno la metà di quelli in eccesso.

Oltre alle battaglie singole, i giocatori possono affrontare anche le guerre tra clan, con la sola condizione di presentare almeno dieci partecipanti e un massino di cinquanta che abbiano raggiunto un livello Re di almeno 8.

La guerra può essere scatenata soltanto dai capi o dai co-capi e prima che comici, ogni clan avrà ventiquattro ore per accumulare le carte necessarie a combattere e per organizzare la strategia migliore.

La guerra dura due giorni e alla partenza i clan vengono suddivisi in gruppi da cinque, stabiliti in base ai trofei in possesso di ciascuno e al numero di partecipanti.

Ogni battaglia vinta, assicurerà una medaglia al clan e alla fine, quello che avrà portato a casa più vittorie, riceverà in premio i cosiddetti trofei-clan, grazie ai quali potrà scalare la classifica delle varie leghe (ogni clan parte da quella di bronzo).

E’ possibile effettuare il download di Clash Royale ed è un gioco gratuito, Clash Royale è della Supercell, una società che rilascia anche continui gli aggiornamenti per il gioco

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here