Rainbow Six Mobile

0
303
rainbow six mobile

Siamo ormai vicini al momento del debutto su device mobile di Tom Clancy’s Rainbow Six Mobile, la versione pensata per chi ama giocare in qualsiasi posto si trovi dell’ormai celebre sparatutto tattico lanciato da Ubisoft, divenuto popolare grazie alla capacità della casa madre di adattarsi alle esigenze del pubblico, aggiornando i suoi prodotti e fornendo in modo continuativo un consistente supporto a base di aggiornamenti gratuiti, mappe e personaggi.

È in ogni caso legittimo chiedersi se l’edizione per smartphone non perda qualcosa a livello di esperienza da parte del giocatore rispetto al corrispettivo pensato per pc o al recente prodotto per PS5 e Bbox.

La buona notizia è che la risposta sembra negativa: non verrà richiesto di effettuare particolari rinunce agli appassionati che amano giocare in viaggio, e di seguito entreremo maggiormente nel merito di alcuni aspetti.

Rainbow Six in versione mobile

Innanzitutto, per capire pienamente la natura di Rainbow Six Mobile, partiamo con il precisare che si tratta di uno stand alone, che questo gioco non si collega in alcun modo con Seige.

Di conseguenza, non sarà disponibile la possibilità di giocare in crossplay con utenti di pc e PlayStation, dal momento che si tratta di una versione mobile creata unicamente per essere ottimizzata dai sistemi Android e iOS.

Ma di nuovo dobbiamo porre un’ulteriore precisazione: il fatto che il gioco sia distribuito su nuove piattaforme, non significa che i gamers si troveranno di fronte a un prodotto radicalmente diverso da quello cui sono abituati o da ciò che si aspettano.

Molti elementi strutturali infatti (noteranno con piacere gli appassionati) rimangono immutati.

Gli operatori presenti nella versione Rainbow six mobile

Tuttavia alcune differenze devono essere messe in conto, e una delle più significative riguarda i personaggi e il loro stile. Se gli operatori che tradizionalmente conosciamo grazie a Seige appaiono in qualche modo quasi distaccati, nascondendosi sotto tute e maschere, stavolta non ci saranno coperture, ma al contrario si troveranno dettagli curati con meticolosità e colori vivaci.

Di fatto saremo di fronte a una grafica decisamente più artistica e creativa, in grado di coinvolgere maggiormente i giocatori, e soprattutto che ha più alte possibilità di accattivare un pubblico di non veterani, magari più giovane o che scopre il mondo di Seige per la prima volta grazie a Rainbow Six Mobile.

Per quanto concerne invece l’effetto scenografico considerato in modo più complessivo, al momento risulta piuttosto difficile esprimere un giudizio obiettivo, dal momento che sarebbe necessario valutare il comportamento del gioco sui diversi dispositivi e con l’interfaccia touch.

Infatti il livello di sofisticatezza del dettaglio non sembra particolarmente elevato, ma ciò potrebbe andare a vantaggio di una maggiore fluidità nel gioco, e questo rappresenterebbe un buon compromesso.

Le modalità di gioco saranno le stesse del gioco per pc

Passiamo ora all’aspetto più importante, che sicuramente coincide anche con quello di maggior interesse per che già ha apprezzato Seige, ovvero le differenze (eventuali) nella modalità di gioco rispetto alle console precedentemente utilizzate.

I produttori che hanno sviluppato la versione mobile si sono posti come obiettivo quello di realizzare un gioco che fosse il più possibile in linea con il corrispettivo pensato per il pc, cercando di garantire un’esperienza simile a quella domestica.

Questo infatti è l’impatto che immediatamente ci trasmette Rainbow Six Mobile, solo osservandone i primi spezzoni di filmati e di animazioni.

Anche per quanto concerne la modalità di gioco vera e propria, al netto della differenza che naturalmente sussiste per via del touch screen che viene utilizzato per i comandi, è nettamente simile alla versione per computer di Seige.

Per il resto, lo smartphone non sembra affatto limitante come supporto, e il gioco riesce a girar in modo fluido senza problemi in ogni suo aspetto, inclusa la possibilità di distruggere alcuni elementi della scenografia.

Mappe e operatori, inoltre, sono riportati in modo estremamente fedele, sebbene i contenuti siano di proposito ridotti in termini di quantità: gli sviluppatori, infatti, hanno stabilito di iniziare con un’offerta relativamente ridotta, per poi ampliarla nel corso del tempo prevedendo degli aggiornamenti gratuiti. Perciò, nel momento in cui si scarica il gioco, si inizia con una cerchia ristretta di personaggi, e solo due mappe tra le più note per gli appassionati (Confine e Banca).

Tuttavia, rimangono ancora delle questioni irrisolte, specialmente per un aspetto particolare: i gamers che giocano su mobile presentano delle esigenze peculiari, in termini di tempistiche di gioco. Possono infatti dover interrompere la partita da un momento all’altro, ma sappiamo che una sessione di Seige potrebbe richiedere del tempo.

Del resto, anche il sistema di controllo dello smartphone non è tra i più confortevoli, pertanto si è portati a pensare che i creatori della versione mobile abbiano pensato anche a un sistema per accorciare i tempi.

Nonostante ciò non sia ancora chiaro, l’idea di trasporre su device mobile un gioco di successo come Seige è estremamente interessante e promettente, che molti giocatori attendono con ansia di provare in prima persona.

Previous articleQuanto costa un simulatore di guida
Next articleSix Major a Berlino in Agosto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here