Nintendo Switch Oled

0
289
nintendo switch oled

La Nintendo Switch Oled è arrivata da meno di un anno negli scaffali Nintendo ed ha subito sorpreso tutti i gamer del mondo.

Infatti, questa versione di Nintendo Switch ha portato svariate modifiche ai modelli del 2017 e del 2019 e da quando è uscita è diventata subito sold out in diversi negozi e negli store online come Amazon e Gamestop.

Nintendo Switch Oled: iI nuovo modello di Switch

La Nintendo Switch Oled ha introdotto diverse migliorie, ma nessuna che va da impattare l’hardware vero e proprio in quanto i giochi girano tutti nella stessa maniera poiché la potenza di calcolo è rimasta la stessa.

Il suo corpo, quando la si prende in mano, conferisce una sensazione di sicurezza in quanto è più solido e ciò ne garantisce un utilizzo molto comodo quando la si utilizza in modalità portatile.

Altra miglioria del corpo è quella del cavalletto sul retro fatto in metallo che stavolta ha delle cerniere per renderlo più sicuro e stabile indipendentemente dall’inclinazione.

Parlando sempre del corpo, che ha una costruzione più pulita, i tasti sono più stretti e la ventola ha dei buchi molto più simili a quelli della Nintendo Switch Lite.

Inoltre la posizione d’ingresso della micro SD ora risulta più comoda e sicura e al suo interno monta una memoria interno di 64 gigabyte.

L’audio risulta più pulito rispetto anche della Nintendo Switch ciò grazie alla posizione delle casse audio che si trovano nella parte inferiore della console e che, soprattutto quando la usa su un tavolo con il suo cavalletto, tende a rimbalzare sulla superficie rendendolo anche più forte.

Il corpo, questa volta di colore bianco, include sul suo retro anche una comodissima porta LAN, la consueta porta HDMI per collegarla alla televisione ma una sola porta USB.

Per quanto riguarda invece la parte del joypad finalmente è stato risolto il problema del drift in quanto è stato aggiunto un pezzo che quando si fa pressione ne evita lo slittamento.

Le dimensioni restano le stesse del modello precedente ma cambia il peso, soprattutto per l’utilizzo del cavalletto in metallo, che diventa di 20 grammi più pesante.

Naturalmente la più grande differenza di questo modello è data proprio dallo schermo che è un’Oled è che ha, come quello della Nintendo Switch, una risoluzione di 1280×720 pixel. La differenza sta nella dimensione, che in questo caso è di 7 pollici, e nella tecnologia che è quella Oled.

Tecnologia che permette di avere colori più vividi, di stancare meno la vista anche dopo un utilizzo prolungato e che soprattutto permette un risparmio di batteria. Infatti, la tecnologia Oled che non illumina tutti i pixel, ma solo quelli utilizzat,i lascia spenti quelli che usano il nero. La batteria di questo modello garantisce un utilizzo che va dalle 4 sino alle 9 ore soprattutto se si utilizzano giochi come Night Call che utilizzano molti i neri.

Sul suddetto schermo la Nintendo ha già messo una pellicola protettiva che si consiglia di non di non rimuovere e che non impedisce per nulla la sua funzionalità touch.

Differenza tra Nintendo Switch e Nintendo Switch OLED?

Ma quali sono le differenze tra la Nintendo Switch e la Nintendo Switch OLED?

A livello hardware le differenze sono molto minime soprattutto se si parla di processore. Cambiano invece la memoria che nel modello nuovo è di 64 gigabyte invece dei 32 gigabyte della Nintendo Switch e lo schermo.

Quest’ultimo ha una dimensione più grande rispetto a quello della Nintendo Switch che era da 6,2 pollici.

Altre differenze sono quella del cavalletto che questa volta è fatto in metallo, dell’introduzione della porta LAN, della posizione della porta di ingresso micro SD e del peso.

La Nintendo Switch Oled è un modello che offre la possibilità di essere portata ovunque, proprio come visto nel suo trailer di presentazione che mostra come possa essere utilizzata in parco, in palestra o suoi mezzi pubblici.

Altra bellezza di questo modello è quelle che consente sia di giocare da soli che con gli amici. Grazie allo stand integrato è possibile condividere lo schermo e giocare in modalità multiplayer, così come è garantita la possibilità del multiplayer online.

Infatti, altra grande novità di questo modello è il Nintendo Switch Online che è un servizio a pagamento che permette a chi lo sottoscrive di giocare online tutti i titoli che sono compatibili con la Nintendo Switch.

Allo stesso tempo viene fornito l’accesso a tanti giochi classici che erano della Super NES o della NES come Super Mario Bros, Super Mario Bros 3, Donkey Kong e The Legend of Zelda.

Un servizio molto utile in quanto offre anche la possibilità di potere eseguire un backup dei dati di salvataggio per la maggior parte dei giochi e di usare nuove funzioni per l’app Nintendo Switch Online per dispositivi smart.

Nintendo Switch Online

La sottoscrizione del servizio Nintendo Switch Online risulta molto utile soprattutto se si vuole usufruire della possibilità di invitare gli amici a giocare insieme e di potere utilizzare la chat vocale quando si gioca.

Inoltre, come fa la famosa piattaforma Steam, è possibile completare vari compiti come “gioca alla versione NES di Super Mario Bros” o “gioca a un software che supporta il gioco online” che permettono di guadagnare punti platino che possono essere usati per acquistare oggetti digitali sul sito web di Nintendo come cornici, icone o sfondi.

Per quanto riguarda i suoi costi questi variano a seconda del pacchetto individuale o per le famiglie. I primi partono da 3,99 euro al mese sino ad arrivare a 19,99 euro all’anno, che diventano 39,99 euro l’anno per il servizio Nintendo Switch Online e il pacchetto aggiuntivo. Invece quello familiare, che permette l’uso sino a 8 account, è di 34,99 euro l’anno per il semplice e 69,99 euro l’anno per quello con il pacchetto aggiuntivo.

Previous articleXbox Game Pass
Next articleMario Strikers: Battle League Football: Mario si da al calcio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here